Icona iscritti 2.570.064 iscritti
Logo Perdi Peso System

IL CAFFÈ FA BENE O FA MALE ALLA SALUTE?

Caffè pro e contro

Il caffè è stato oggetto di molti studi e i risultati non sempre forniscono dati univoci.

Una nuova ricerca pubblicata sulla prestigiosa rivista “Journal of the American Heart Association”, condotta in Brasile, afferma che il caffè fa bene al cuore, tuttavia, la complessa miscela agisce anche sul resto del corpo.

Ripercorrendo le varie ricerche, possiamo tracciare i pro e i contro, che la scienza ha rilevato su ogni organo umano.

 

Il caffè e il cuore.

 

Secondo i Ricercatori, dell’Università di San Paulo’s School of Pubblic Helth, i consumatori di più di tre tazze di caffè al giorno, presentano nelle arterie coronarie una quantità inferiore di calcio.

Lo studio condotto su 4.400 individui con un’età compresa fra i 35 e 74 anni non chiarisce, tuttavia, il motivo di tale fenomeno e quale sostanza, presente nel caffè  riduca le calcificazioni coronariche.

 

Ci sono studi che affermano esattamente il contrario, ossia, che più di tre caffè al giorno sono nocivi per la salute del cuore.

Capire l’effetto del caffè non è facile poiché si compone di molte sostanze come: antiossidanti, caffeina, minerali e tante altre.

 

Un’altra ricerca, condotta in Italia dal dottor Sebastiano Marra e presentata nell’ottobre del 2017 durante la XXIX giornata mondiale dell’innovazione in ambito cardiologico, alza a 5 il numero di caffè da bere durante la giornata.

Lo studio tutto italiano è durato ben 18 anni e ha coinvolto 10.000 individui e ha concluso affermando che, il caffè previene le patologie del cuore e che si possono bere fino a 5 tazze al giorno.Possiamo, dunque, affermare che secondo le ricerche più moderne il caffè fa bene al cuore.

 

Il caffè, tuttavia, può far aumentare la pressione arteriosa e il battito cardiaco. Esso contiene potassio, il quale, può alterare o modificare il battito cardiaco, quindi, in soggetti sani può prevenire l’insorgere di patologie cardiache ma, cardiopatici e persone che soffrono di aritmie, pressione alta dovrebbero consultare il medico prima di assumere caffè.

 

Il caffè e il fegato.

 

Secondo gli studiosi dell’Institute for Scientific information Coffee, il consumo di caffè ridurrebbe il rischio di cirrosi epatica dal 25 al 70%. Gli studiosi affermano, inoltre, che più caffè si beve e maggiori sono gli effetti benefici sul fegato. Il fegato rappresenta uno degl’organi più delicati e spesso un problema epatico è silente, questo fa del caffè un’arma potente contro le patologie anche nascoste del fegato.

 

Il caffè e l’intestino.

 

Sicuramente aumentando le contrazioni dell’intestino, il caffè, favorisce le funzioni intestinali, tuttavia, ha il difetto di ridurre all’assorbimento di alcuni nutrienti proprio perché velocizza il transito intestinale. Chi soffre di stitichezza in genere non trae beneficio dal consumo di caffè, anche se ha queste caratteristiche, non è un rimedio contro la stipsi.

 

Il caffè e lo stomaco.

 

Sicuramente non fa bene allo stomaco, è nota la sua proprietà gastro lesiva, infatti, se assunto a stomaco vuoto irrita la mucosa gastrica. Questa problematica si può facilmente evitare assumendo a stomaco pieno.

 

Il caffè e il cervello.

 

Ci sono però anche effetti non benefici legati all’uso eccessivo di caffè e riguardano l’effetto sul ritmo sonno-veglia. Esso è psicoattivo e ciò significa che chi soffre d’insonnia, di ansia e d’irritabilità deve limitarne il consumo per evitare danni. Nella depressione invece può portare vantaggi essendo stimolante. Una recente ricerca ha messo in luce che il caffè ci protegge dall’Alzheimer e dalla demenza senile. Lo studio pubblicato sulla rivista “Jurnal of Neuroscience”, afferma che, grazie al potere della caffeina di ridurre l’infiammazione cerebrale essa può curare e prevenire queste gravissime patologie.

 

Il caffè e le ossa.

 

Troppo caffè potrebbe favorire o peggiorare l’osteoporosi, poiché limita l’assimilazione del calcio e se questo fenomeno, come abbiamo visto, aiuta le coronarie non aiuta, tuttavia, le donne che sono in menopausa.

 

il caffè e la pelle.

 

Le persone che assumono molto caffè possono avere problemi di secchezza della pelle poiché, esso, è fortemente drenante. Bisognerebbe, dunque, scegliere tra l’effetto drenante e quello dell'idratazione della pelle, insomma, tutto non si può avere.

 

 

Ognuno di noi è unico ha caratteristiche, fragilità e punti di forza differenti da quelli altrui, se il caffè può essere una risorsa per alcuni, una prevenzione per altri non necessariamente è adatto a tutti. Ogni persona, in base alle proprie caratteristiche, dovrebbe valutare se assumere caffè e quanto assumerne, non esiste una quantità raccomandabile e utile a tutti.

Prodotto consigliato

Regalati una silhouette perfetta con i nuovi Slim Jeggings, i rivoluzionari pantaloni elasticizzati studiati donare alla tua figura un effetto snellente, combinando stile e comodità.

Dimentica per sempre tessuti pesanti e fastidiosi bottoni che premono sulla pelle: Slim Jeggins ti avvolge comodamente,senza stringere, evitando gli antiestetici rotolini e segni della biancheria tipicamente evidenziati dai leggings.

Legging push up tipo jeans, un capo alla moda capace di modellare i tuoi punti critici, regalandoti una linea più slanciata.

CALCOLA GRATIS IL TUO PESO FORMA IDEALE!

   




Articoli correlati
Pressione alta: può essere causata dallo stress?
Categoria: Benessere