Icona iscritti 2.567.536 iscritti
Logo Perdi Peso System

COME CORRERE DI PIÙ E SENTIRE MENO FATICA?

correre-runner-running

Molti runner hanno come obiettivo quello di migliorarsi e corre di più, sia a livello di chilometri sia a livello di tempo.

Come migliorare le prestazioni e sfruttare tecniche per correre di più? Queste sono le domande più frequenti tra gli appassionati della corsa.

Abbiamo cercato, quindi, di selezionare pochi e semplici consigli per i running e aspiranti tali.

 

L’inizio dovrebbe essere lento.

 

Quando le prestazioni di chi corre non migliorano gradualmente in termini di  tempo e chilometri percorsi, il problema potrebbe essere l’eccessiva velocità.

Per aumentare il tempo e il percorso fatto, una delle tecniche più consigliate dai runner esperti è quella di rallentare. Un inizio lento che, solo nella parte finale aumenta d’intensità è il segreto per migliorarsi senza perdere il piacere di correre.

La percezione e i segnali che dovrebbe dare il corpo, nella prima parte del percorso o sessione di corsa, non dovrebbe mai essere quello del consumo eccessivo di energia ma, al contrario di caricarsi e generare voglia di fare meglio e di più.

La motivazione dovrebbe, dunque, essere in crescendo nella fase iniziale grazie ad un’andatura lenta o controllata che, mira a risparmiare energie. Fiatone, dolori muscolari, stanchezza e pesantezza delle gambe se si presentano troppo presto, indicano che l’andatura è sbagliata.

 

Quando aumentare il ritmo?

 

Il runner dovrebbe partire lentamente fino a coprire metà del percorso per poi aumentare con tutte le energie che ha. Il ritmo va aumentato gradualmente in modo naturale e il segnale che si sta lavorando bene, è non perdere il piacere della corsa con una sensazione di fatica fastidiosa. La fatica eccessiva e la perdita del piacere di correre, dunque, sono i segnali che indicano un’andatura sbagliata e non adatta a chi corre.

 

Ridurre la falcata.

 

Altra strategia del runner esperto, utile a migliorare la postura e la resistenza è quella di accorciare la falcata. Un passo più corto permette, infatti, di distribuire meglio il peso sulle gambe, la parte superiore del corpo deve lavorare a risparmio ed essere meno tesa possibile. Un busto teso e che lavora troppo tende a bruciare energie preziose per la corsa, quindi rilassare il busto diventa importante per migliorare le prestazioni.

 

Fissare un tempo di andata e di ritorno.

 

Altra tecnica usata del corridore con esperienza è suddividere il tempo della corsa in due step: andata e ritorno. Se l’obiettivo è correre un’ora, dopo 30 minuti ripercorrete il tragitto nel verso opposto. Mentalmente e per regolare la velocità e darci un riferimento è la tecnica migliore.

 

Tenere nota dei progressi fatti.

 

Scriversi, in un quaderno o in un diario i progressi settimanali e quelli ottenuti oppure non ottenuti a ogni uscita aiuta a migliorare. La tecnica del diario, sul lato psicologico, ha mostrato grande efficacia, poiché, permette di monitorare e riduce i cali d’umore nei giorni meno prestanti o meno positivi del runner.

 

Perché la corsa è tanto amata?

 

La corsa appassiona per il benessere e la leggerezza che riesce a regalare a chi la pratica. Quando si corre la testa, si svuota e pensieri piacevoli e leggeri l’attraversano.

Mentre il corpo lavora intensamente, il flusso sanguigno si concentra sulle gambe e il cervello si alleggerisce lavorando meno per risparmiare energia. Stress, ansia, cattivi pensieri e preoccupazioni volano via lasciando una piacevole sensazione di benessere. 

Prodotto consigliato

Non hai tempo di andare in palestra?
Per un allenamento funzionale e completo prova AirClimber, uno strumento per il fitness che puoi utilizzare a casa.
Avrai così la possibilità di eseguire un esercizio aerobico e di tonificare contemporaneamente più parti del corpo. E’ comodo e non ingombra, puoi trasportarlo con facilità in ogni angolo della casa, in giardino, sul balcone e impostare l’allenamento a seconda delle tue esigenze.

CALCOLA GRATIS IL TUO PESO FORMA IDEALE!

   




Articoli correlati
Fai sport e non hai risultati? Una nuova ricerca svela i motivi.
Categoria: Benessere